PSD2 e SCA per Hotel, spiegata semplice (1 gennaio 2021)

Condividi questa pagina:

Che confusione…

Tutti parlano di PSD2, di SCA e di obblighi dal 31 dicembre 2020.

  • Gestisci ancora caparra e pagamenti anticipati con le carta di credito dei tuoi clienti?
  • Cosa cambierà per gli Hotel dal 31 dicembre 2020?
  • cosa vogliono dire tutte queste sigle?

… ma non ti preoccupare!

Nelle prossime righe ti spiegheremo con parole semplici ed esempi quello che serve sapere sui nuovi obblighi dei pagamenti.

Partiamo spiegando in modo semplice il significato delle sigle sentite più di frequente:


Cosa è la PSD2?

La sigla PSD2 indica la nuova Direttiva europea sui Servizi di Pagamento.
E’ una normativa europea che ha l’obiettivo di rendere più sicura la gestione del denaro e dei pagamenti.


Cosa vuol dire SCA?

SCA è una sigla inglese che sta per Strong Customer Authentication (ovvero “Autenticazione forte del cliente”).

Per “autenticazione forte” si intende un modo per rendere “fortemente sicuro” che chi fa una operazione sia effettivamente il titolare dell’operazione.

Esempio: Chi usa i dati della carta di credito di Pippo può essere solamente Pippo.

Bene o male tutti abbiamo già avuto a che fare con la SCA senza magari saperlo.
Ogni volta che ci viene chiesta una password e poi un codice ricevuto via SMS, o di usare l’impronta digitale, quella è una “autenticazione forte” (SCA).

Per SCA si intende quindi quel processo dove, è necessario inserire almeno due dei tre seguenti sistemi di sicurezza:

  • informazioni note solo al cliente (es: password, PIN)
  • oggetti posseduti solo dal cliente (es: telefono, chiavettina genera codici)
  • caratteristiche fisiche del cliente (es: impronta digitale)

Cosa cambia per le strutture ricettive?

Addio PAN manuale per l’incasso delle prenotazioni!

Dal 31/12/2020 la gestione dei pagamenti con SCA diventa obbligatoria per il settore ricettivo.

Non sarà più possibile usare i soli numeri delle carte di credito per eventuali caparre o no-show in quanto ad ogni tentativo di addebito sulla carta sarà necessario l’intervento del proprietario della carta (che riceverà un codice vis SMS, richiesta impronta digitale sullo smartphone, …).

Per le transazioni online diventa quindi necessario interfacciarsi con un intermediario di pagamento (anche detto “gateway di pagamento”) compatibile con la normativa PSD2, che effettui le verifiche SCA per tuo conto.


Come funzionano le preautorizzazioni con la SCA?

Le preautorizzazioni saranno ancora possibili ma con limiti di tempo tra la preautorizzazione (a momento della prenotazione) e l’effettivo addebito (al check-out o in caso di no-show).

Passato il limite di giorni tra la preautorizzazione e l’addebito ci si troverebbe a dover chiedere nuovamente l’autenticazione SCA al cliente (con i rischi facilmente immaginabili).

Per evitare spiacevoli sorprese verifica il limite di giorni con il tuo intermediario di pagamento (o “gateway di pagamento”).


Virtual card delle OTA funzioneranno ancora?

Sì, ma verifica le condizioni con le tue OTA.

In generale in questi casi il pagamento del cliente viene gestito con SCA direttamente dalla OTA (facendo da gateway di pagamento).
Successivamente la OTA genera un numero di carta virtuale (“virtual card”) che il gestore della struttura ricettiva utilizza per addebitare la spesa al momento del check-out.

Per le principali OTA l’addebito su virtual card non rientra nell’obbligo SCA in quanto tra la tua struttura e l’OTA esiste un rapporto continuativo che permette l’esenzione del controllo SCA.

In ogni caso verifica gli aggiornamenti relativi alla PSD2 dalla documentazione ufficiale delle tue OTA per controllare eventuali modifiche al funzionamento.

Verifica anche i costi di transazione per la funzione di gateway di pagamento delle tue OTA. Questi costi (anche più del 3%) vengono aggiunti alla normale commissione OTA.

Valuta l’utilizzo di un gateway separato nel caso in cui il costo dell’OTA sia troppo elevato.


Come cambiare strategia

Di seguito riportiamo a titolo di esempio alcuni cambiamenti di strategia per adattarsi alla nuova normativa:

  • Usi le preautorizzazioni su prenotazioni ricevute con grande anticipo?
    Verifica con il tuo gateway i limiti di giorni dopo il quale è necessario richiedere una nuova autenticazione SCA al cliente.
    Agisci di conseguenza scegliendo tra preautorizzazione, pagamento anticipato o pagamento parziale anticipato in base alla data di prenotazione.
  • Gestisci prenotazioni non rimborsabili (no-ref) con la carta di credito, addebitando la spesa solo all’eventuale no-show?
    Risolvi chiedendo in pagamento anticipato o una preautorizzazione al momento della prenotazione.
  • Addebiti la caparra per danni sono a danno avvenuto?
    Risolvi chiedendo in anticipo l’importo della caparra o usando una preautorizzazione al momento del check-in.

Come attivare SCA per i pagamenti Hotel?

Trova un intermediario di pagamento (o “gateway di pagamento”).

La tua struttura deve collegarsi ad un intermediario di pagamento che faccia da tramite con la carta di credito del cliente, applicando la verifica SCA ad ogni pagamento verso la tua struttura.


Come usare Ciaomanager per gestire i pagamenti SCA?

Già tutto pronto! Rilassati, agli adempimenti burocratici ed alle integrazione con i gateway di pagamento ci abbiamo già pensato noi!
Il gestionale PMS Ciaomanager è pienamente integrato con i principali gateway di pagamento.

Con Ciaomanager i clienti della vostra struttura possono già pagare con SCA appoggiandosi ai principali gateway di pagamento integrati con il gestionale PMS e al Booking Engine.

L’esperienza di pagamento risulta facile e snella comunicando serierà e professionalità ad ogni tuo cliente.

Curioso/curiosa di saperne di più?

Chiedici una dimostrazione dei nostri prodotti, comodamente in remoto, anche dal tuo divano 😎

Iscriviti alla newsletter di Ciaomanager

Non inviamo spam e puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.